Aceto Balsamico Tradizionale di Modena extra vecchio DOP

Disponibile
100 ml
70,40 € / a unità
704.00 €/l IVA inclusa
Aggiungi alla tua lista
Pagamento sicuro tramite carta di credito, debito o PayPal

Denominazione di origine protetta.
Prodotto invecchiato non meno di 25 anni in serie di botti di legno diverso e volume decrescente tramite una annuale tecnica di travaso e rincalzo.

Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena

Aceto Balsamico Tradizionale di Modena extra vecchio DOP è disponibile per l'acquisto in incrementi di 1

Informazioni generali

Caratteristiche

Denominazione di vendita: condimento alimentare Aceto Balsamico Tradizionale di Modena extra vecchio DOP
Quantità: 100 ml (peso confezione ca 600 g)
Origine: Italia, prodotto e confezionato da Società Agricola La Cà dal Non, Vignola (MO), confezionato da ABTM Servizi srl (MO)
Confezionamento: bottiglia di vetro in scatola di cartone
Scadenza: 10 anni dalla data di confezionamento
Modalità di conservazione: conservare al riparo dalla luce del sole e a temperatura ambiente
Proprietà organolettiche: colore bruno scuro, carico e lucente, densità sciropposa consistente, profumo intenso e delicato al naso con note aromatiche complesse, persistente e franco, corpo ampio, sapore che ricorda bouquet aromatico complesso, leggermente fruttato. Acidità alta e ben bilanciata, con note prolungate, intense e profonde. La sensazione finale è di persistente intensità, pulica e ricca al palato.

Ingredienti

Mosto di uva cotto (invecchiato per più di 12 anni in una serie di barili tramite una particolare tecnica di invecchiamento)

Allergeni

Contiene solfiti, non aggiunti

Storia del produttore

In dialetto Modenese “La Cà dal Nôn” significa “La casa del nonno”. Questo nome non è a caso: dai trisavoli Alfonso e Rita, fino alla quinta generazione della nostra famiglia, gli ingredienti principali dei nostri prodotti sono conoscenza della tradizione e dedizione. Alla Cà dal Nôn puoi entrare in contatto con l'affascinante mondo dell' Aceto Balsamico Tradizionale. Se sei un gruppo o un visitatore singolo puoi prenotare un tour: visiterai i solai con le botti, assaggerai i nostri prodotti e potrai acquistarli. Quello che trovi in queste pagine è solo un assaggio di quello che trovi alla "Cà dal Nôn". Immagina una calda atmosfera, un profumo unico, gesti sapienti tramandati da generazioni.
Acetaia Ca dal Non

Domande e curiosità

Come nasce l'aceto balsamico di Modena?

L’Aceto Balsamico di Modena è ottenuto da mosti d’uva parzialmente fermentati e/o cotti e/o concentrati. L’uva proviene esclusivamente dai vitigni di Lambrusco, Sangiovese, Trebbiano, Albana, Ancellotta, Fortana e Montuni. Al mosto vengono aggiunti aceto di vino, nella misura minima del 10%, e una aliquota di aceto vecchio di almeno 10 anni.

Quali sono le proprietà del mosto?

La percentuale minima di mosto d’uva è pari al 20% della quantità totale di prodotto da avviare all’ elaborazione. La concentrazione è protratta fino a che la massa iniziale di mosto abbia raggiunto una densità non inferiore a 1,240 alla temperatura di 20°C. Oltre a provenire dai vitigni classici, i mosti – esclusivamente quelli cotti e concentrati – devono avere un’acidità totale minima pari a 8 gr/kg e un estratto secco netto minimo pari a 55 gr/kg.

Come si produce l'aceto balsamico di Modena?

L’elaborazione dell’Aceto Balsamico di Modena avviene con il classico metodo di acetificazione mediate l’impiego di colonie batteriche selezionate oppure lenta in superficie o lenta “a truciolo”. La fase successiva è quella dell’affinamento: sia quest’ultima che la prima, si svolgono all’interno di barili, botti o tini o di legno pregiato, quali rovere, castagno, quercia, gelso e ginepro. Il periodo minimo di affinamento è di 60 giorni.

Dove si trova il vigneto di Ca dal Non?

Il vigneto della Cà dal Nôn si trova sulle colline di Savignano sul Panaro, a pochi chilometri dall'Acetaia di Vignola. Nel vigneto si coltivano le uve tipiche per la produzione del tradizionale, trebbiano, lambrusco, sauvignon e pignoletto. Dal vigneto si gode un bellissimo panorama della città di Vignola, del Monte Cimone e, quando il cielo è sereno, lo sguardo corre fino alle prealpi venete. Il vigneto è a due passi dal borgo medieovale di Savignano sul Panaro.

Quali sono gli abbinamenti migliori in cucina?

Per apprezzare a pieno la sua palette aromatica assaporarne alcune gocce su di un cucchiaino, come aperitivo o digestivo. La sua acidità, elevata e ben bilanciata aiuta a coprire i sapoti grassi/ salati ed acidi dei cibi con i quali si abbina. In gocce su parmigiano reggiano, pecorino, ragusano o altri gustosi formaggi. Sui risotti, la carne, i gamberetti. Ed ancora su una macedonia di fragole o ciliegie. Rende unici e speciali anche i piatti più semplici.

Quale è l'uso più indicato?

Da provare su risotti, carni, gamberetti e fino a dove l'immaginazione e il gusto dello chef desidera esplorare nuovi orizzonti.

Valori nutrizionali medi per 100 g
I valori nutrizionali per questo prodotto non sono disponibili
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Aceto Balsamico Tradizionale di Modena extra vecchio DOP
Il tuo voto
Slava Yurthev Copyright
To Top