banner

I Turrizzi

Contrada “I Turrizzi”

Più di mille chilometri distanziano i poderi “Tozzi” di Casola Valsenio, in provincia di Ravenna, e la tenuta “I Turrizzi”, situata sul fronte nord dell’Etna. Eppure, “‘A Muntagna”, così come viene chiamato il vulcano, con le sue nubi bianche ed il soffio perpetuo del vento, sembra ergersi a maestoso custode dell’unicità magmatica che dal profondo della terra lega passioni, desideri e uomini di ogni dove. È imperfetta, scostante e aspra la terra di Castiglione di Sicilia. Lì, sotto l’alito bianco dell’Etna, a 650 metri sul livello del mare, viti antiche e scultoree affondano radici ribelli tra le sabbie e le pietre di origine vulcanica. In questo ambiente unico per paesaggio e microclima, caratterizzato da elevate escursioni termiche, sorgono viti antiche, impiantate in suoli ricchi di minerali che vedono rinnovarsi la fertilità ad ogni nuova eruzione quando la cenere delle esplosioni si deposita sul terreno. I vini di queste “contrade”, espressione e carattere di una terra selvaggia e nobile, sono capaci di rievocare storie antiche e tradizioni millenarie. Robusti, intensi, signorili ed agrumati, portano nel mondo il respiro del vulcano.

Alle pendici dell'Etna

I Turrizzi

Una tradizione antica

I Turrizzi

Robusti, intensi e agrumati

I Turrizzi

Viti antiche

Perché l’Etna, perché “A Muntagna”

“C’è una prossimità tra la mia famiglia, romagnola doc, e la Sicilia, l’isola del vulcano. Un incontro di sguardi ancor prima di ogni altra cosa. Un incontro con la bellezza della natura, dei limoni e degli aranci, con i pescatori e i contadini. Un incontro con il vento, con i poeti e gli intellettuali, un incontro con la terra, ruvida, scostante, spesso imprevedibile e sempre in movimento, come il paesaggio dell’Etna. Siamo arrivati così, nella contrada “I Moganazzi”, a Castiglione di Sicilia, sul fronte nord del vulcano per impiantare vigne, produrre vini. Ho raccolto le suggestioni che ho respirato in casa, nei racconti di mio nonno Franco e di mio zio Andrea. Così, a lambire le attività legate alle energie rinnovabili, centro di interesse per la famiglia Tozzi, è nata l’opportunità di salire ai piedi de la “Muntagna” per scoprire il fascino ed il mistero di una vallata ricca di minerali. È stato un incontro d’intenti e del cuore, quello che mi ha spinto a farmi protagonista in questa nuova impresa sul lato orientale dell’isola. Ed ora, raccolto il testimone, fatto per sempre mio, le pendici dell’Etna innevato e le nubi che sembrano fargli da cappello, sono diventate casa, dimora, luogo della passione per il vino, per il buono ed il bello della vita”. Virginia Lo Rizzo

#iturrizzi

Feedback
Prezzo :
   (0)
Valore :
   (0)
Quality :
   (0)
Valutazioni
Nessuna valutazione o commento è stato ancora inserito
Slava Yurthev Copyright
To Top